TERRITORI / I 70 anni di Fim-Cisl: un’esperienza di condivisione di valori, progetti e sogni

Riceviamo e pubblichiamo un contributo da Fim-Cisl Lombardia, realtà vicina a Reti della carità, scritto in occasione dei 70 anni dall’istituzione di questo sindacato.

IMG_6138di Andrea Donegà (nella foto)
Segretario Generale Fim Cisl Lombardia

Il 30 marzo 2020 la Fim Cisl ha compiuto 70 anni. Un lungo percorso fatto di tante gioie, di alcuni dolori, di molto coraggio e spirito di frontiera e, soprattutto, grandi risultati contrattuali per le lavoratrici e i lavoratori metalmeccanici, fedeli all’obbiettivo di promuovere giustizia sociale e costruire un Paese migliore. Nelle venature sottili della Storia di questa grande organizzazione c’è sempre stata l’apertura all’inedito, che ha favorito grande attenzione per i campi non tradizionali, arricchita da grandi aperture politiche, pluraliste e sociali.

È questo dna che spiega, anche, il rapporto quasi naturale che la Fim ha sempre avuto con tutte le splendide realtà che, ogni giorno, su campi diversi, si impegnano con passione per costruire una società migliore. In questo quadro abbiamo avviato una bellissima collaborazione, fatta di condivisione di valori, progetti e sogni, con la Casa della Carità, diventata una delle sedi principali della Fim, con l’Associazione Amici della Casa della Carità e con le Reti della Carità. Don Virginio Colmegna è testimone di questo cammino comune e, a distanza di tanti anni, continua a essere una guida fondamentale per la nostra Fim dopo aver già percorso un tratto di strada insieme, tanti anni fa, alla Fim delle origini, quella di Milano insieme ai dirigenti dell’epoca che hanno reso la Fim quella splendida realtà che è ancora oggi.

Qualche giorno fa, nel mezzo di questa grande emergenza sanitaria ed economica, lo stesso don Virginio si è rivolto a tutti i fimmini ricordando loro l’importanza dell’impegno sindacale fatto di passione e attenzione agli ultimi e mai di rassegnazione, soprattutto in un momento come questo. Questa crisi, potente e inedita, dovrà anche essere l’occasione per rigenerare i rapporti tra le persone e per riscoprire la solidarietà, fatta di responsabilità civica, passione civile e impegno etico; quella che mette al centro delle azioni di ognuno di noi “l’altro”, ricordandoci che ogni nostra scelta ha delle ripercussioni sulle altre persone. Un fatto di cui occorre tenere conto se abbiamo a cuore il bene comune.

È questo senso di responsabilità che ha dato vita al Sindacato, che lo ha sempre animato e che, oggi, ci consentirà di rilanciare il Paese, ripartendo dai luoghi di lavoro, correndo sulle solide gambe, mosse da un cuore generoso, delle tantissime delegate e dei tantissimi delegati che, ogni giorno, si adoperano in un paziente lavoro di sartoria sociale per cucire relazioni e speranza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...